Prestazioni

All’interno dei servizi residenziali, tramite l’elaborazione di uno specifico Progetto Assistenziale Individuale (PAI) viene predisposta una risposta puntuale e personalizzata ai bisogni della persona. Vengono garantite:
Assistenza Medica, con medici di struttura presenti dal lunedì al venerdì
Assistenza Medica Specialistica, grazie a particolari percorsi preferenziali assicurati dalla Azienda USL per garantire l’assistenza specialistica programmata
Assistenza Infermieristica, garantita 24 ore su 24, 7 giorni su 7
Assistenza Farmaceutica, tramite la farmacia dell’Azienza USL
Programma Riabilitativo

Inoltre sono quotidianamente previste le seguenti risposte ai bisogni primari e secondari della persona:
BISOGNI PRIMARI
Aiuto nelle cure igieniche e vestizione all’alzata
Aiuto nell’assunzione dei pasti
Aiuto nella deambulazione
Aiuto nelle cure igieniche e vestizione alla messa a letto
Pulizia e disinfestazione delle protesi (dentarie e acustiche)

BISOGNI SECONDARI
Socializzazione
Sviluppo della comunicazione e delle relazioni interpersonali
Rifacimento letto
Pulizia unità abitativa

La RSA Santa Chiara garantisce anche i seguenti servizi di supporto:
Pulizia degli ambienti
Servizi di lavanderia
Servizio di parrucchiera
Servizio attività di culto
Servizio ristorazione

Modalità di accesso

Il ricovero in struttura può avvenire in regime di “convenzione” e in regime privatistico. Per entrambe le tipologie vengono seguiti specifici criteri di inserimento in una lista d’attesa.
Occorre rivolgersi direttamente al servizio pubblico della AUSL di Ferrara e dell’Azienda Ospedaliera Universitaria di Ferrara. A tale servizio infatti compete la gestione della lista d’attesa ed è il servizio a comunicare alla struttura data e nominativo della persona in ingresso.

L’accesso alla struttura è subordinato alla disponibilità di posti letto. La lista di attesa viene costruita sulla base della data di presentazione della domanda
L’ammissione dell’ospite nella struttura: nel caso di ospiti privati è di norma preceduta da un colloquio di pre-ingresso con la Coordinatrice di Struttura che si rende disponibile a far visitare i locali e a fornire informazioni utili sulle prestazioni generali fornite, in collaborazione con l’equipe di coordinamento (Carta dei Servizi), nel caso di ospiti convenzionati il nominativo viene comunicato dall’UVG, ed è quest’ultima a dare le prime informazioni all’ospite e/o care giver che deve firmare l’impegno di spesa c/o la struttura prima dell’ingresso.
Raccolta informazioni e dati relativi lo stato psico–fisico dell’ospite e alle sue abitudini e trasferimento dati ed informazioni sulla cartella Socio - sanitaria dell’ospite per la compilazione del PAI provvisorio.
La fruizione dei servizi da parte dell’ospite passa attraverso le seguenti fasi:

- Accoglienza in struttura, alla presenza dei familiari, dell’infermiera, del Responsabile delle Attività Assistenziali (RAA) di nucleo e dell’OSS. Al momento dell’accoglienza l’ospite o il familiare dovrà consegnare:
  • copia dei documenti di identificazione personale;
  • copie della documentazione sanitaria (relazioni, referti, cartelle sanitarie...)
  • il corredo personale preventivamente numerato per l’identificazione.


  • -Periodo di “osservazione” (socio-sanitario-comportamentale) della durata di un mese circa. -Elaborazione del Piano Assistenziale Individuale con l’individuazione dei bisogni dell’ospite, degli obiettivi da raggiungere e quindi delle relative attività da implementare entro 15 gg. dall’ingresso dell’ospite in struttura.
  • Viene alloggiato in stanza singola, doppia o tripla (in relazione alle valutazioni sul suo stato di salute (nel caso di ospiti convenzionati)
  • Si impegna ad osservare le regole e norme di vita comunitaria (come da regolamento interno) definite dalla Struttura.
  • Si impegna (o per lui i suoi familiari) ad effettuare il pagamento mensile della retta giornaliera definita nel contratto di soggiorno.
  • Può uscire dalla struttura con permessi autorizzati dal personale infermieristico accompagnato dai familiari osservando in questo caso gli orari di apertura e chiusura della struttura;
  • In caso di emergenze connesse al suo stato di salute viene attivato il 118 e se del caso ricoverato in ospedale;
  • All’ingresso in struttura è necessario sottoscrivere da parte dell'interessato/parente di riferimento o dal tutore (in caso di comprovato e grave impedimento) il Contratto di Soggiorno contenente anche la retta nell'ammontare stabilito per i servizi da rendere sia nel caso di pagamento in proprio sia di persona a carico del comune o di qualunque ente privato o pubblico.

    Inoltre deve essere prodotto:
    - Certificato di residenza;
    - Codice Fiscale;
    - Documento d’identità valido;
    - Certificato medico attestante lo stato di salute, le eventuali terapie assunte, l’assenza di malattie infettive;
    - Tutta la documentazione medica utile in possesso dell’ospite e relativamente recente (quella relativa agli ultimi sei mesi);
    - Tesserino sanitario;
    - Esenzione del ticket rilasciata dall’az. AUSL;
    - Verbale della Commissione Medica attestante il grado di invalidità (accompagnamento). Se è in corso la domanda per l’accompagnamento consegnarne la fotocopia;
    - Documentazione relativa alla nomina di eventuale TUTORE o AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO;
    La dimissione dell’Ospite avviene a seguito:
  • di richiesta scritta da parte dell’ospite o dei suoi familiari nel rispetto dei termini di preavviso previsti;
  • di mancato pagamento della retta da parte dell’ospite/familiare previa segnalazione alla USL se convenzionato;
  • Situazioni patologiche che richiedono particolari cure che non rientrano nei compiti della “RSA Santa Chiara”.
  • Per comportamenti dei famigliari tali da turbare l’ordine del reparto e del resto della collettività.
  • È possibile, per gli aventi diritto, avere copia della documentazione sanitaria prodotta durante il soggiorno dell’ospite tramite richiesta scritta a cura del referente indirizzata alla coordinatrice di struttura.